Il progetto de “L’Italia che Cambia”

Il progetto de “L’Italia che Cambia”

Cos’è Italia che Cambia?

C’è un’altra Italia, diversa da quell’immagine di crisi e decadenza che i mass media ci restituiscono ogni giorno. Un Paese fatto di imprenditori che mettono al centro la sostenibilità umana e ambientale, di giovani che scelgono con gioia di tornare alla terra o di realizzare progetti di integrazione, di sindaci virtuosi che realizzano politiche straordinarie su rifiuti, energia e mobilità.

C’è un’Italia che cambia, anzi che è già cambiata e silenziosamente sta costruendo un nuovo paradigma culturale e un nuovo modo di vivere e agire.

Il gruppo

Siamo un gruppo di giovani giornalisti e professionisti di comunicazione e web marketing. Ci accomuna una passione per l’informazione (quella buona) e la consapevolezza che il cambiamento non può che partire da noi, dalle nostre pratiche quotidiane, dalle migliaia di esperienze tangibili di cui l’Italia è piena.

Abbiamo un’esperienza decennale sulla cultura della sostenibilità, della salvaguardia ambientale, della decrescita e della transizione, degli altri modelli di economia.

L’obiettivo

Italia che cambia nasce per raccontare, mappare e mettere in rete le esperienze virtuose che già esistono sul territorio italiano e per facilitare le sinergie sia a livello locale che a livello tematico.

Facciamo emergere le potenzialità di coloro che “vogliono cambiare” fornendo l’esempio, il know how e il supporto della rete di progetti già in atto, oltre a una serie di strumenti per incontrarsi online e offline e avviare progetti condivisi.

Stiamo creando una online/offline community che si attiverà per portare un cambiamento positivo nel proprio territorio.

Il progetto

Italia che Cambia è un’associazione di promozione sociale che opera per il cambiamento positivo dal basso del nostro paese, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale, culturale. Il progetto Italia che Cambia si articola su 4 livelli differenti:

Narrazione: Italia che Cambia è una testata giornalistica registrata. Ogni giorno facciamo informazione sui mondi delle economie alternative, del sociale, dell’ecosostenibilità, dei diritti.

Mappatura/rete: La mappa dell’Italia che cambia raccoglie oltre 1800 realtà che abbiamo incontrato durante i nostri viaggi o che ci sono state segnalate: imprese, associazioni, comitati, persone che stanno contribuendo a cambiare in meglio il nostro paese. Alcune di queste esperienze fanno parte di reti, altre sono singole iniziative. Navigando all’interno della mappa puoi conoscere le realtà più vicine a te, oppure scoprire cosa succede in altre zone d’Italia. http://mappa.italiachecambia.org/

Visione: Nel 2015, 100 ambasciatori e ambasciatrici provenienti da associazioni, imprese, mondo accademico, hanno lavorato per tre mesi attorno a diciassette tavoli. Ne sono usciti altrettanti documenti tematici che presentano la fotografia attuale del nostro Paese, una visione comune di come potrà essere l’Italia nel 2040 e delle proposte concrete per arrivarci, sia a livello nazionale che a livello individuale. A partire da questi documenti stiamo realizzando delle campagne mensili: la prima ad ottobre 2016 è stata sull’energia.

Azione: A febbraio 2016 è partita la campagna dell’1% per cambiare l’Italia. Chiediamo a chi ci sostiene di diventare un Agente del Cambiamento (ADC) contribuendo con l’1% del tempo (4 ore al mese), l’1% dello stipendio (ca. 10 euro al mese, basato sulla fiducia) o entrambi. Gli ADC sostengono così l’attività di Italia che Cambia e beneficiano di vari valori aggiunti: incontri dal vivo, interazione dedicate, newsletter e soprattutto la possibilità di avviare e partecipare a progetti concreti di cambiamento incontrando persone come loro. Le interazioni online e offline degli ADC saranno facilitate da un Community manager specializzato.

Sui territori

A maggio del 2015 abbiamo inaugurato il nostro primo portale territoriale: Casentino che Cambia. Con i portali territoriali intendiamo fare un focus nei territori che attivi ancora di più il cambiamento a livello locale, là dove è più semplice l’incontro e la creazione di sinergie ma non scontata la conoscenza.

Attualmente stiamo lavorando per attivare nuovi portali in Piemonte, Romagna e Veneto.

I portali territoriali saranno una rete di siti interconnessi tra loro che riusciranno a dare voce alle singole regioni e territori d’Italia e alle persone che li vivono quotidianamente facendoli comunicare tra loro.

Sui portali territoriali abbiamo una serie di strumenti:

  • una mappa sempre aggiornata, in cui sono geolocalizzate tutte le realtà che abbiamo incontrato in questo territorio, con schede di approfondimento e video realizzati dallo staff di Italia che Cambia;
  • un giornale aggiornato quotidianamente dalla nostra redazione locale che racconta ciò che accade nel territorio;
  • una sezione “social” in cui ogni utente registrato potrà interagire con gli altri e con le realtà della mappa, commentare gli articoli, proporre le sue iniziative, organizzare eventi, automappare la propria realtà.
  • un luogo di incontro, individuato in sinergia con le realtà locali, dove sia possibile partecipare ad iniziative promosse dai protagonisti del cambiamento locale, promuoverne di nuove ed incontrare la Redazione locale. Un luogo di incontro per chi vuole conoscere persone con le quale realizzare progetti, avviare un’impresa lavorativa o sociale, difendere il territorio, valorizzare l’agricoltura, l’artigianato, la cultura, innestare processi di innovazione. Italia che Cambia mette a disposizione un Community Manager individuato localmente che faciliti l’incontro, offra informazioni, metta in connessione i desideri e i progetti, metta in contatto le idee locali con le esperienze che incontriamo nel continuo viaggio nell’Italia che cambia per uno scambio di esperienze, conoscenze, competenze.

I numeri del 2016

  • Oltre 55mila utenti mensili, triplicati nell’ultimo anno
  • Un reach di oltre 350.000 visualizzazioni al mese fra sito e social
  • Il giornale racconta oltre 100 storie mensili, declinate per 20 tematiche diverse (energia che cambia, economia che cambia, mobilità che cambia, scuola che cambia, legalità che cambia, ecc.)
  • Oltre 660 Agenti del cambiamento (partecipando con l’1% del loro tempo o del loro stipendio)
  • Decine di incontri mensili sul territorio dedicati agli Agenti del Cambiamento
  • Lancio di 3 portali territoriali (Casentino che Cambia, Piemonte che Cambia, Veneto che Cambia in primis)
  • Una campagna mensile tematica (Energia che Cambia, A Natale “Non mangiamoci il pianeta” ecc.)