Presidio Culturale Permanente negli IPM

Finanziatore Fondazione Alta Mane Italia e Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità 

La presenza di CCO – Crisi Come Opportunità nell’Istituto Penale per Minorenni di Airola risale al 2013, anno in cui è stato fatto un primo laboratorio di tre mesi, sulla scrittura di canzoni rap con il rapper Lucariello dal nome Suon(n) e realtà.

Da allora abbiamo creato un vero e proprio Presidio Culturale Permanente nell’IPM di Airola, in cui ogni pomeriggio facciamo laboratori di rap, teatro e sceneggiatura con grandi professionisti. 

All’interno del progetto Palcoscenico della legalità, nel 2015 viene avviato il laboratorio di drammaturgia teatrale con Emanuela Giordano e laboratori di mestieri teatrali (tecnico luci, scenografo, fonico), il cui frutto è stato la scrittura dello spettacolo teatrale “Aspettando il Tempo che Passa“, allestito e scritto insieme ai ragazzi detenuti. Nel 2016 lo spettacolo è stato messo in scena in collaborazione con il Nest-Napoli Est Teatro di San Giovanni a Teduccio aperto il Napoli Teatro Festival.

Nel 2017, oltre alle attività nel’IPM di Airola, le attività di drammaturgia e mestieri teatrali sono state svolte anche presso l’IPM Malaspina di Palermo dove i giovani detenuti hanno scritto e allestito lo spettacolo Fiesta per la regia di Giuseppe Massa.

Negli anni il laboratorio rap e di scrittura musicale tenuto dal rapper napoletano Lucariello ha portato alla scrittura da parte dei ragazzi ristretti di “Puortame là Fora”, cantata da Lucariello e Raiz ed “Al Posto Mio” cantata da Lucariello ed Ali.

 

Nel 2018 sono stati avviati laboratori di teatro e per la prima volta un laboratorio di sceneggiatura tenuto da Maurizio Braucci, David di Donatello 2020 per la sceneggiatura di Martin Eden, e Fabrizio Nardi, ha portato alla scrittura ed alla realizzazione di due cortometraggi “Ragazzi da Paura” e “Dura Lex”, entrambi con la regia di Maurizio Braucci. Trovate il backstage del cortometraggio “Ragazzi da Paura”, attualmente distribuito da Premiere Film.

Inoltre, CCO nel 2018 ha sentito l’esigenza di confrontarsi con le altre realtà italiane che si occupano di svolgere attività culturali e ricreative all’interno degli IPM.

Così nel 2018, all’interno del Festival Un’altra storia realizzato da CCO presso il Teatro India di Roma, ha chiamato a raccolta tutte le associazioni e nel 2019  insieme all’Ass. Puntozero – Milano, Ass. Adynaton – Roma, Coop. Teatro Kismet Opera/Compagnia CasaTeatro”- Bari, Coop. Teatro del Pratello – Bologna e Ass. Interazioni Elementari – Firenze, è nata l’Associazione Teatri e Giustizia Minorile.

Nel 2020 l’Associazione di associazioni ha stipulato il Protocollo d’intesa con il Ministero della Giustizia – Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità, teso alla promozione di attività artistiche, espressive e teatrali volte a favorire l’inserimento sociale dei minori e dei giovani adulti sottoposti a provvedimenti penali dell’Autorità giudiziaria minorile.

Dal 2019 collaboriamo con l’Associazione Puntozero che lavora presso l’IPM  Beccaria di Milano con i quali abbiamo realizzato un Interscambio tra formatori e una Web Series “Barre Aperte” scritta e diretta da Francesco “Kento” Carlo, rapper e autore, con l’obiettivo di raccontare al mondo esterno le attività artistiche svolte all’interno degli IPM.

Nel 2020 con l’Associazione Teatri e giustizia minorile, è stato avviato il progetto BRIDGES, uno scambio formativo tra i ragazzi detenuti di Airola e del Beccaria, e tra i minori detenuti e le scuole.