Periphery Organizing

Capofila di progetto: CCO Crisi come opportunità
Insieme a 9 partner: Associazione Community Organizing Onlus, Associazione Spazio x Roma, Interazione Urbane, CalcioSociale, Scuola Pop Tor San Lorenzo, Eutropian, Cooperativa Ulis 
Finanziato da: Fondazione con i bambini

Il progetto Daje un pò – Periphery Organizing nasce dalla voglia di Cco di realizzare un progetto innovativo nelle periferie di Roma (la nostra città) e da una riflessione nata dal lavoro nelle scuole delle periferie di molte regioni italiane dove abbiamo portato negli ultimi 5 anni i nostri laboratori di educazione alla legalità. 

Quello che abbiamo visto è che i ragazzi spesso esprimevano la volontà di andarsene dalle periferie perché niente sarebbe mai cambiato ed era inutile attivarsi per cambiare le cose. I giovani e le comunità educanti, attraverso la partecipazione, possono contribuire allo sviluppo ed al miglioramento dei loro contesti di riferimento ed, in questo modo, combattere i fenomeni di povertà educativa. E’ quindi fondamentale che i giovani imparino a far sentire la propria voce ed a partecipare alla vita del proprio contesto di riferimento. Tuttavia molti giovani non partecipano in modo costruttivo perché non sanno come fare o non ne capiscono il senso. 

Il progetto ha come obiettivo quello di formare una comunità educante che sostenga i giovani nel partecipare alla vita pubblica e nel contribuire allo sviluppo socio-economico dei loro contesti di riferimento (Tor San Lorenzo, Tor Bella Monaca e Corviale). 

Per rendere i giovani protagonisti del contrasto alla povertà educativa e quindi insegnargli a chiedere quello di cui hanno bisogno c’è bisogno di una comunità educante che sappia accogliere, comprendere e sostenere le loro istanze. 

Proprio per questo le attività del progetto riguardano le seguenti macro aree: 

  • Educare la comunità educante alla partecipazione; 
  • Educare i giovani a sviluppare le proprie idee (anche imprenditoriali) ed alla partecipazione; 
  • Recupero partecipato di spazi scolastici e comunitari; 
  • Organizzazione di eventi culturali pensati e realizzati dai ragazzi; 
  • Creare policies innovative per lo sviluppo delle periferie, con focus all’inclusione dei giovani. 

La metodologia utilizzata per sensibilizzare e formare la comunità educante sarà quella del Community Organizing: un insieme di pratiche dai risultati concreti e di notevole impatto per la formazione di leader locali e la creazione di coalizioni civiche per la rigenerazione urbana, lo sviluppo territoriale e l’inclusione sociale. Le scuole sono uno dei terreni su cui il Community Organizing ha ottenuto i maggiori successi. Si cercherà inoltre di coinvolgere i ragazzi e le comunità educanti grazie alla metodologia del Calciosociale, dove i campi di calcio diventano palestre di vita al fine di favorire la cura delle relazioni e la crescita personale.

Il progetto è caratterizzato dalla metodologia della Guerrilla Communication pensata e realizzata dalla creativa Mariagiulia Colace insieme ai ragazzi protagonisti del progetto. 

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SONO SUL BLOG DELLA FONDAZIONE CON I BAMBINI https://percorsiconibambini.it/peripheryorganizing/