Il Palcoscenico della Legalità
La Testimonianza del carcere minorile di Ariola

Istituto penitenziario minorile di Airola

__________________________

La presenza di CO2 nel carcere minorile di Airola (BN) risale al 2013, anno in cui si è svolto un primo laboratorio trimestrale sulla scrittura di canzoni rap con il rapper Lucariello dal nome Suon(n) e realtà.

Da Maggio a Dicembre 2015 è stato sviluppato un nuovo percorso rivolto ai detenuti, improntato al lavoro di squadra e alla formazione professionale, in cui sono stati realizzati un laboratorio di drammaturgia, un laboratorio di fonica, un laboratorio di illuminotecnica e un laboratorio di scenotecnica.

Il laboratorio di drammaturgia ha portato alla scrittura dello spettacolo “Aspettando il tempo che passa”, che è stato messo in scena il 4 dicembre 2015, nel teatro settecentesco sito all’interno del carcere, allestito con tutta la strumentazione necessaria in modo permanente da CO2 e grazie al sostegno della SIAE.

L’allestimento ha visto il supporto tecnico dei minori detenuti che hanno partecipato ai laboratori.

“Aspettando il tempo che passa” è poi andato in scena nel giugno 2016 in apertura al Napoli Teatro Festival al Teatro Nuovo di Napoli, ed è poi tornato a Napoli per una data dedicata a studenti e insegnanti nel novembre 2016 al Teatro La Perla, Agnano, Napoli.

Motivo di grande orgoglio per noi tutti è che da luglio 2016, uno dei ragazzi che ha partecipato ai laboratori presso il carcere di Airola, ha continuato la formazione con il Teatro San Carlo, ha collaborato all’allestimento di tutta la stagione teatrale del NEST Napoli est teatro, nella periferia est di Napoli e oggi lavora presso uno dei più importanti Teatri della Campania.

 

Nel 2017 da Maggio a Ottobre si è svolto il laboratorio di scrittura di canzoni rap con Lucariello e Raiz chiamato “Le ali dei leali”, che ha portato alla creazione di una canzone “Portame la Fora”, interpretata da Lucariello e Raiz e di un videoclip. La canzone è stata registrata presso la SIAE e i ragazzi detenuti ne posseggono i diritti in quanto autori.

 

Da Febbraio 2018 il lavoro di Co2 ad Airola è riniziato con un nuovo progetto che vede coinvolti i ragazzi detenuti in laboratori di sceneggiatura, scrittura di testi musicali, Audio-Video e Fonica.

La formula prevede una combinazione tra una parte artistica e una pratica che prevede la produzione vera e propria al termine del progetto di un cortometraggio sceneggiato dai ragazzi, contente le musiche originali create sempre dai ragazzi. In tal modo, sotto la supervisione di un professionista, i ragazzi hanno la possibilità di applicare quanto imparato e di toccare con mano il prodotto finale del loro percorso.

Parallelamente ai laboratori i ragazzi assistono alla rassegna cinematografica pensata appositamente per loro dal titolo “I nostri padri”. Ad accompagnare i film scelti ci sono, volta per volta, dei professionisti del cinema, con i quali i ragazzi possono confrontarsi e interagire.

La rassegna cinematografica è parte di un progetto formativo più ampio rivolto ai giovani detenuti dell’IPM di Casal del Marmo dall’Associazione Fuori le Ali.